COLETTE (O.V.)

COLETTE (O.V.)

Titolo italiano: Colette
Nazione: U.S.A., Regno Unito, Ungheria
Anno: 2018
Genere: Drammatico, Biografico
Durata: 111′
Regia: Wash Westmoreland

Cast: Keira Knightley, Eleanor Tomlinson, Dominic West, Fiona Shaw, Aiysha Hart, Denise Gough, Dickie Beau, Al Weaver, Robert Pugh, Ray Panthaki, Caroline Boulton
Produzione: Number 9 Films, Killer Films, Bold Films, BFI Film Fund
Distribuzione: Vision Distribution
Data di uscita: 06 Dicembre 2018

Giovedì 6 dicembre 2018
Versione in lingua originale con sottotitoli in italiano
Ingresso a tariffa intera € 5,00

Quando Colette sposa Willy, celebre imprenditore letterario, lascia per la prima volta la sua adorata campagna e viene catapultata nella Parigi libertina della Belle Époque. La scoperta della passionale vita coniugale, gli intrighi ed i tradimenti di cui è circondata, le ispirano una serie di racconti autobiografici aventi come personaggio principale quello di Claudine, che si inserisce subito nell’immaginario pop delle signore francesi. Lo straordinario successo letterario viene però attribuito al marito di lei, offuscando la natura stessa di Colette/Claudine che avrà la sua rivalsa solo dopo che Willy sarà costretto a rinunciare ai diritti sulle opere.

La vita della scrittrice più controversa della prima metà del XX secolo ha ispirato questo film che ripercorre solo l’inizio turbolento della sua carriera.

Colette, infatti, dopo la collaborazione con il marito che per anni firmò a suo nome i racconti di Claudine, ebbe la sua rivincita diventando un’attrice di music-hall, autrice e critica teatrale, estetista e commerciante di cosmetici. Una vera e propria figura iconica a cui continuano ad ispirarsi tutti i moti per l’emancipazione femminile ed a cui viene attribuita la rottura di alcuni tabù sulla sessualità femminile.

Il film è stato diretto da Wash Westmoreland, autore di opere conosciute soprattutto all’interno del panorama indipendente americano, e regista rivelazione del toccante Still Alice. La sceneggiatura di quest’ultimo, come quella di Colette è stata scritta in collaborazione con il marito Richard Glatzer, scomparso nel 2015.

La scelta della sua musa questa volta è ricaduta su Keira Knightley, da sempre vicina ai drammi in costume, da Orgoglio e Pregiudizio a Anna Karenina, e figura di spicco nelle rivendicazioni femminili al cinema. Ha infatti sempre dato il volto a donne forti e contrarie alle stereotipo, non tirandosi indietro nell’affrontare ruoli controversi (si ricorda la sua partecipazione in A Dangerous Method di David Cronenberhg). Ad affiancarla ci sarà Dominic West, visto ultimamente nella serie TV di successo The Affair.

La figura di Colette non è comunque estranea al cinema, la sua influenza si è fatta sentire già dai primi film tratti dai suo racconti, curati della stessa scrittrice. Uno dei primi, e sicuramente uno dei più celebri, fu Gigi di Jacqueline Audry del 1949 che fece incursione anche a Brodway con l’allora sconosciuta Audrey Hepburn. Susseguirono decine di adattamenti ed omaggi, tra cui l’ultimo del 2009, Chéri diretto da Stephen Frears.